comac blog 10

La fase di imbottigliamento delle bevande è molto delicata perché deve fare in modo che il liquido mantenga perfettamente tutte le sue proprietà. Per fare questo è necessario rivolgersi a dei costruttori di linee di imbottigliamento specializzati, capaci di offrire impianti all’avanguardia ed efficienti.

Dal 1990 Comac realizza linee di imbottigliamento di alta qualità, che trattano il prodotto con grande rispetto e riducono al minimo gli sprechi che avvengono durante la fase di confezionamento. Oltre agli impianti per l’imbottigliamento sono disponibili anche macchine accessorie per completare e arricchire la propria linea produttiva.

 

La vasta gamma di macchinari Comac comprende:

 

 

 

Macchine per l’imbottigliamento

 

Comac costruisce diverse macchine per l’imbottigliamento di bevande, tutte automatiche e suddivise in tre categorie in base alla capacità produttiva:

 

  • Fino a 6.000 BPH vetro
  • Fino a 12.000 BPH vetro
  • Oltre 12.000 BPH vetro

 

Impianti per l’imbottigliamento fino a 6.000 bottiglie/ora vetro

Questi impianti sono in grado di eseguire automaticamente i cicli di risciacquoriempimento tappatura di bottiglie in vetro di qualsiasi forma, raggiungendo un massimo di 6.000 bottiglie l’ora.

 

 

 

costruttori-linee-imbottigliamento

 

 

Impianti per l’imbottigliamento fino a 12.000 bottiglia/ora vetro

 

Si tratta di sistemi automatici in grado di confezionare fino a 12.000 bottiglie l’ora contenenti bevande di ogni tipo, sia alcoliche che analcoliche. Questi impianti sono costruiti con tecnologie componenti di alta qualità e sono sviluppati in collaborazione con il Gruppo CFT.

 

 

costruttori-linee-imbottigliamento-completo

 

Impianti per l’imbottigliamento oltre a 12.000 bottiglia/ora vetro

 

Anche in questo caso gli impianti, realizzati in collaborazione con il Gruppo CFT, sono tutti automatici e svolgono ogni fase, dal risciacquo alla tappatura. Questa tipologia di impianto garantisce le più elevate esigenze produttive a partire da 12.000 bottiglie/ora ed è quindi pensata per le grandi produzioni. Come anche per le altre due tipologie, queste macchine per l’imbottigliamento dispongono di un pannello operatore che permette di controllare tutti i parametri di funzionamento degli impianti costruiti da Comac.

 

 

costruttori-linee-imbottigliamento-master

 

 

Scopri di più sugli impianti automatici di imbottigliamento Comac!

 

Scopri di più

 

 

Unità di saturazione acqua

 

L’unità di saturazione è realizzata in acciaio inox AISI 304 e serve ad effettuare operazioni di deaerazione dell’acqua e conseguente carbonatazione per ottenere acqua gasata.

Il serbatoio di deaerazione, il dispositivo di carbonatazione e il serbatoio di stabilizzazione/stoccaggio sono i componenti principali di questo strumento.

 

L’acqua, introdotta nel primo serbatoio dall’alto, viene nebulizzata e quindi espelle tutti i suoi gas per agevolare la fase di carbonatazione.

 

In questo serbatoio viene anche convogliata l’anidride carbonica in eccesso dal serbatoio di saturazione. La CO2, inoltre, agevola la deaerazione e provoca una leggera pre-carbonatazione.

 

Successivamente, il dispositivo di carbonatazione inietta l’anidride carbonica nell’acqua per renderla gassata. La quantità di CO2 da immettere è regolata da una valvola modulante, che consente di avere diversi gradi di carbonatazione.

 

Infine, l’acqua gassata viene inviata al serbatoio di stabilizzazione/stoccaggio, mantenuto in pressione con CO2, e inviata alla riempitrice.

 

 

costruttori-linee-imbottigliamento-saturatore

 

 

 

Unità premix

 

Una linea di imbottigliamento di bevande può comprendere l’unità premix che,

realizzata in acciaio inox AISI 304, effettua le operazioni di deaerazione dell’acqua, aggiunta dello sciroppo e la successiva carbonatazione per ottenere la bibita gassata desiderata.

Il processo è molto simile a quello dell’acqua. La differenza consiste nell’aggiunta dello sciroppo per la creazione della bibita.

Il serbatoio dello sciroppo riceve lo sciroppo concentrato (50/60 brix) e successivamente l’unità di miscelazione acqua/sciroppo provvede a dosare l’acqua e lo sciroppo secondo quanto previsto dalla ricetta.

 

 

costruttori-linee-imbottigliamento-premix

 

 

 

Tunnel di riscaldamento e di raffreddamento

 

tunnel di riscaldamento e di raffreddamento servono a portare a temperatura ambiente il prodotto precedentemente imbottigliato freddo o caldo.

Entrambi i tunnel sono realizzati in acciaio inox AISI 304 e al loro interno si trovano ancorate le vasche che alimentano le docce superiori.

All’esterno sono posizionati invece i dispositivi di comando e di controllo, sia del ciclo meccanico che della temperatura.

Le bottiglie poggiano su una catena presente all’interno della macchina e, mediante un motoriduttore esterno, avanzano nelle varie sezioni incontrando le docce superiori che riscaldano o raffreddano la bevanda, fino a raggiungere l’uscita.

Tutte le vasche sono dotate di portelle d’accesso laterali, che ne permettono la pulizia e la manutenzione periodica.

 

 

costruttori-linee-imbottigliamento-raffreddamento

 

 

 

Pastorizzatore a tunnel

 

L’unità di pastorizzazione a tunnel è progettata per la pastorizzazione del prodotto già imbottigliato ed è disponibile in diverse dimensioni.

 

All’interno della macchina le bottiglie vengono posizionate su una catena e, avanzando nelle varie sezioni, incontrano le docce superiori, a diversa temperatura, fino ad arrivare all’uscita. La velocità di avanzamento delle bottiglie può essere regolata da un pannello che permette di scegliere la durata del ciclo.

 

La macchina è dotata di un sistema automatico applicato alle zone di pre-pastorizzazione e pastorizzazione che permette di evitare la sovra-pastorizzazione del prodotto in caso di fermata del trasportatore interno.

Se non sai quali macchine inserire nel tuo impianto, i nostri professionisti sono a tua completa disposizione per aiutarti a creare la linea di imbottigliamento più adatta alle tue esigenze.

 

 

 

costruttori-linee-imbottigliamento-tunnel

 

 

Affidati a Comac per avere un prodotto perfetto, così come lo hai creato.

 

Contattaci

Grazie alle linee complete di imbottigliamento offerte da Comac puoi avere un impianto progettato su misura, pronto a soddisfare ogni tua esigenza.

impianto-completo

Avere a disposizione una linea completa di imbottigliamento completamente automatica può fare davvero la differenza durante il processo di produzione.

In base al tipo di prodotto da imbottigliare e alle dimensioni del reparto di confezionamento, Comac è in grado di offrire un impianto su misura che possa soddisfare ogni specifica esigenza.

A partire dalle differenti esigenze produttive, le linee complete Comac per l’imbottigliamento possono essere raggruppate in tre grandi famiglie:

Oltre all’imbottigliamento delle bottiglie in vetro dalle forme più classiche, questi impianti sono pensati anche per il confezionamento in bottiglie di forme diverse e sono in grado di imbottigliare bevande sia alcoliche che analcoliche. 

 

Linee complete di imbottigliamento fino a 8.000 bottiglie/ora

Questi impianti sono progettati per imbottigliare fino a 8.000 bottiglie l’ora eseguire in modo automatico le fasi di risciacquo, riempimento e tappatura delle bottiglie. Inoltre, possono essere completati con sistemi di trasporto e macchine accessorie in base alle richieste dei clienti e agli spazi a disposizione per l’installazione.

SAGITTA 12-12-1 P: Modello di imbottigliatrice isobarica
per produzioni fino a 3000 bottiglie l’ora.

 

 

 

Linee complete di imbottigliamento fino a 12.000 bottiglie/ora

Questa tipologia di impianti è in grado di imbottigliare fino a 12.000 bottiglie l’ora e viene progettata e realizzata in collaborazione col Gruppo CFT. La tecnologia e i componenti utilizzati per realizzare le linee di imbottigliamento permettono di ottenere impianti ad alta produttività.

linee-imbottigliamento-complete-impianto

Linee complete di imbottigliamento oltre a 12.000 bottiglie/ora

Anche questa tipologia di impianti è stata progettata e realizzata in collaborazione col Gruppo CFT. Queste linee complete di imbottigliamento sono progettate per svolgere ogni fase del processo produttivo in modo completamente automatico, partendo dal ciclo di risciacquo fino alla tappatura delle bottiglie.

Si tratta di linee complete di imbottigliamento con rendimenti oltre le 12000 bottiglie/ora, pensate quindi per le grandi produzioni,in grado di soddisfare le più elevate esigenze qualitative.

linee-imbottigliamento-complete-master

Comac sarà il tuo unico punto di riferimento durante tutte le fasi, dalla progettazione fino all’installazione in azienda.

Il settore dei microbirrifici è da tempo uno dei segmenti più interessanti del settore della birra e Comac, sempre attenta alle tendenze di mercato, vi dedica da tempo una speciale attenzione. Scopri i nostri impianti, pensati per essere installati “chiavi in mano” nei birrifici di piccole e medie dimensioni.

impianti-per-microbirrifici

Produrre birra è un’attività che negli ultimi anni si è diffusa enormemente, coinvolgendo migliaia di mastri birrai e semplici appassionati in tutto il mondo.

Desideri anche tu aprire un microbirrificio, o rinnovare il parco macchine della tua attività? Con Comac avrai la certezza di avere un impianto che tratti la tua birra con la massima cura.

Gli impianti Comac pensati per i microbirrifici

Le macchine della linea Craft Breweries, semiautomatiche e automatiche, sono adatte a fusti, bottiglie in vetro e lattine. Vediamoli insieme nel dettaglio.

Impianti per bottiglie in vetro (fino a 5000 BPH) 

Tutti gli impianti di imbottigliamento birra sono dotati di un sistema di risciacquo con pinze meccaniche, uno di riempimento con valvole isobariche elettropneumatiche e uno di tappatura. Sono installati su un’unica struttura di supporto dotata di protezioni perimetrali in acciaio inox.

 

 

 

Impianti per lattine (fino a 6000 CPH) 

Dotati di un sistema di riempimento con valvole isobariche elettropneumatiche (o a gravità nel caso della SmartCan 8-1) e uno di aggraffatura, anche gli impianti per lattine sono installati su un’unica struttura di supporto dotata di protezioni perimetrali in acciaio inox.

 

 

 

 

Impianti per fusti (fino a 40 KPH) 

Con una o due teste di trattamento, gli impianti per fusti eseguono sia le fasi di lavaggio, sia quelle di riempimento.

 

 

 

 

 

 

 

Qualsiasi tipo di impianto tu scelga, se ne hai bisogno possiamo incaricarci noi del montaggio e garantirti un’installazione chiavi in mano che ti sollevi da qualsiasi ulteriore incarico o preoccupazione.

Una volta terminata l’installazione continuerai a dormire sonni tranquilli, perché tutte le macchine Comac sono coperte dall’assistenza tecnica 24 ore su 24, dal lunedì al sabato.

Perché i microbirrifici scelgono i nostri impianti

La produzione della birra artigianale è un’arte. Comac mette tutto il suo impegno e la sua competenza per far sì che ogni birra imbottigliata, infustata o messa in lattina sia un piccolo gioiello.

Da oltre trent’anni facciamo in modo che il tuo prodotto sia esattamente come lo desideri, mettendo a disposizione i macchinari perfetti per il tuo microbirrificio.

Perché scegliere Comac? Ecco alcuni punti di forza che fanno la differenza:

  • la possibilità di adattamento agli spazi e agli altri macchinari esistenti;
  • la qualità della birra che rimane intatta durante il confezionamento;
  • una riduzione notevole degli sprechi di prodotto;
  • materiali di alta qualità con cui vengono realizzati.

Affidati a un’azienda altamente competente, vicina ai desideri dei suoi clienti.

I sistemi di riempimento isobarico sono pensati principalmente per l’imbottigliamento di prodotti gassati, possono tuttavia essere utilizzati anche per qualsiasi bevanda, tanto che sempre più birrifici scelgono questa modalità di imbottigliamento. Scegli anche tu le proposte su misura o le imbottigliatrici in occasione di Comac e beneficia dei loro numerosi vantaggi.

Imbottigliatrici: quanto è importante la qualità di tappi e bottiglie?

Con la crescita del settore della birra artigianale, Comac ha ideato soluzioni tecnologiche per portare a tutti i birrifici, anche quelli più piccoli, macchinari che tempo fa erano accessibili solo alle aziende più strutturate.

Attualmente molti birrifici artigianali stanno puntando sull’imbottigliamento isobarico: vediamo insieme quali macchinari sono perfetti per questa tecnica di imbottigliamento e perché si rivelano una scelta vincente in termini di qualità.

Le imbottigliatrici isobariche Comac perfette per birre di ogni tipo

Comac produce diverse varianti di macchine automatiche per l’imbottigliamento, integrabili anche in una linea già esistente. Tutti i modelli della gamma Comac lavorano su bottiglie di vetro (sia classiche, sia fuori standard) con i classici tappi a corona.

Ai birrifici che desiderano lavorare con imbottigliatrici isobariche generalmente consigliamo:

  • SAGITTA 12121P (produzione 3000 bottiglie/ora);
  • SAGITTA 1216311M (produzione 3500 bottiglie/ora);
  • SAGITTA 20203M (produzione 6000 bottiglie/ora).

Per birrifici più piccoli, con un budget più limitato, possiamo offrire anche soluzioni “a ore zero” o usate, che includono anche macchinari per l’imbottigliamento isobarico.

Apriamo una piccola parentesi per i mastri birrai più scettici: puntare su impianti già utilizzati non significa rinunciare all’efficienza e alla qualità! Le macchine usate, infatti, sono state sottoposte dal nostro team a un accurato processo di revamping per garantire la massima affidabilità dell’impianto.

Nell’immagine: l’imbottigliatrice Zodiac  6/6/1 “a ore zero” 

Perché i birrifici artigianali scelgono linee di imbottigliamento isobariche

I vantaggi derivanti dall’uso di un’imbottigliatrice di questo tipo sono diversi. Generalmente i motivi che spingono i birrifici a puntare su una linea di imbottigliamento isobarica sono:

  • il massimo controllo su ogni fase della trasformazione del prodotto;
  • una perfetta omogeneità tra uno stock di birre in bottiglia e l’altro;
  • una linea più versatile. Un’imbottigliatrice isobarica, infatti, può anche essere utilizzata per confezionare un prodotto non gasato da rifermentare poi in bottiglia.

Comac vanta clienti sparsi in tutto il mondo e collaborazioni con grandi brand del settore beverage, ma offre soluzioni personalizzate anche per birrifici artigianali e microbirrifici.

Dopo la sua fondazione, anno dopo anno Comac è riuscita a imporsi sul mercato internazionale del beverage installando i propri impianti negli stabilimenti dei più grandi marchi. Scopri le nostre soluzioni per l’imbottigliamento e chi ci ha già scelto per completare il proprio impianto.

costruttori-macchine-imbottigliamento

L’esperienza nel settore delle bevande è solo il primo aspetto che contraddistingue Comac. In questo articolo potrai conoscere:

Macchine e impianti per imbottigliamento in vetro

La varietà dei nostri macchinari ci permette di fornire aziende di tutte le tipologie e dimensioni.

Grazie all’esperienza trentennale dei nostri collaboratori – il reparto di Ricerca e Sviluppo in Comac è stato inaugurato già nel 2000 – e alla collaborazione con il gruppo CFT, oggi possiamo offrire impianti di imbottigliamento completi:

Ogni sistema è automatico, realizzato in acciaio inox nelle parti in contatto con prodotto, per garantire massima igiene e resistenza, ed è  controllato da un pannello che permette di visualizzare e configurare i più importanti parametri della produzione.

Le nostre linee di imbottigliamento possono trattare qualsiasi tipo di bevanda, tra cui:

  • birra;
  • vino;
  • CSD, RDT, hard seltzer;
  • liquori;
  • succhi;
  • acqua naturale o gassata.

Possiamo adattare le macchine per imbottigliamento al tipo di bottiglia che utilizzi, alle dimensioni della tua produzione e agli spazi dei locali in cui devi installarle.

 

costruttori-macchine-imbottigliamento-alta-velocita

 

Le singole linee possono inoltre essere arricchite con diversi complementi utili a mantenere le qualità della bevanda in ogni fase, dalla sua realizzazione al confezionamento in bottiglia. Siamo costruttori di macchine di imbottigliamento, ma siamo anche in grado di fornire altri macchinari per effettuare specifici processi sul prodotto, come unità premix o per la deareazione e carbonatazionepastorizzatori e tunnel di riscaldamento/raffreddamento. Il risultato sarà un impianto di imbottigliamento efficiente sotto ogni aspetto.

Siamo costruttori “con testa e cuore” di macchine per imbottigliamento

Tanta competenza, precisione e dedizione, ma anche attenzione ai rapporti umani  e presenza costante.

Ogni giorno da più di trent’anni scegliamo di percorrere la strada della crescita culturale e tecnologica per vincere le sfide di un mercato competitivo. Non è un caso se il nostro modo di lavorare e l’altissima qualità delle nostre macchine ci hanno permesso di collaborare con importanti produttori in tutto il mondo, quali Heineken, CocaCola, Carlsberg, Mahou San Miguel, Bavaria, e molti altri.

 

costruttori-macchine-imbottigliamento-brand

 

A questo punto, che c’entra il cuore? Il nostro motto è “Fare impresa è la nostra missione, farla bene significa farla insieme, con testa e cuore”. Già, perché il nostro primo patrimonio sono i nostri collaboratori. È specialmente grazie a loro, infatti, se siamo in grado di assicurare una competenza e una professionalità capaci di soddisfare un settore sempre più esigente.

Non meno importante è il rapporto fornitore-cliente: per Comac è fondamentale mantenere una relazione costante con il cliente. Noi ci siamo in ogni momento e abbiamo a cuore il tuo prodotto.

Comac studia e realizza impianti completi e macchine personalizzate sulla base delle singole necessità tecniche e produttive di ogni azienda.

Una tra le più significative e diffuse tendenze di mercato è quella degli Hard Seltzer, bevande moderatamente alcoliche e dal contenuto relativamente basso di calorie. Se anche tu vuoi buttarti a capofitto in questo trend, assicurati di avere un impianto di confezionamento pronto per sostenere i nuovi ritmi di produzione e garantire un’alta qualità delle bevande! Comac può aiutarti sotto ogni aspetto con i macchinari giusti.

Hard seltzer

Gli Hard Seltzer hanno ormai preso piede in tutti gli Stati Uniti, e le previsioni dicono che presto si espanderanno anche in tutta Europa. Molte aziende, proprio per adeguarsi a questa tendenza, stanno mettendo a nuovo i propri impianti puntando su macchine altamente performanti sotto il punto di vista qualitativo e produttivo.

Come ci si prepara per soddisfare la domanda di Hard Seltzer?

Impianti per il confezionamento bevande in lattina

Le lattine sono decisamente il supporto che va per la maggiore per il confezionamento degli Hard Seltzer. Se desideri anche tu puntare sulla leggerezza dell’alluminio ti consigliamo un impianto che segua le tue previsioni di produzione senza compromettere la qualità delle bevande.

Le nostre soluzioni per il confezionamento bevande in lattina

Comac fornisce soluzioni per il confezionamento in lattina che possono soddisfare una produzione fino a 4000 lattine/ora per attività medio-piccole, o anche fino a 12000 lattine/ora per attività di dimensioni maggiori.

Un esempio: PEGASUS 8-1 V2, riempitrice lattine isobarica fino a 4000 lattine/ora (0,33l)

Le nostre proposte in occasione

Per venire incontro a ogni esigenza di budget e per non sprecare macchinari ancora utilizzabili, Comac offre anche soluzioni usate e/o a ore zero (utilizzate nelle nostre sedi produttive per sessioni di training o in esposizione in fiera).

PERSEUS 14-2: Macchina riempitrice monoblocco 14-2
con valvole elettropneumatiche per lattine

 

 

 

 

 

PERSEUS 142P: Macchina riempitrice monoblocco 14-2
con valvole elettropneumatiche per lattine

 

 

 

 

Macchine complementari: oltre il semplice confezionamento bevande

Agli impianti dedicati al confezionamento delle bevande in lattina è possibile aggiungere anche delle macchine complementari. Mentre le macchine per la messa in lattina eseguono le operazioni di riempimento e aggraffatura, gli elementi aggiuntivi possono coprire una gamma molto più ampia di opzioni.

L’unità di saturazione, ad esempio, effettua la carbonatazione per ottene bibita gassata.

L’unità premix, invece, prima di effettuare la carbonatazione,provvede all’aggiunta dello sciroppo.

Impianti per il confezionamento bevande in bottiglia (vetro)

Nonostante le lattine siano diventate il contenitore per eccellenza degli Hard Seltzer, le bottiglie di vetro sono una soluzione altrettanto valida in termini di usabilità da parte dei consumatori e di sostenibilità per l’ambiente.

A seconda della produzione prevista, possiamo fornire impianti di imbottigliamento che sostengono una velocità di confezionamento fino a 8000 bottiglie/ora, oppure fino a 12000 bottiglie/ora, o ancora oltre 12000 bottiglie/ora.

Un esempio: SAGITTA 20203P, riempitrice isobarica per bottiglie in vetro da 6000 bottiglie/ora
Scopri le linee bottiglie Comac

Possiamo offrire soluzioni usate anche nell’ambito delle imbottigliatrici, naturalmente sempre garantendo il massimo dell’affidabilità e della sicurezza.

Smartblock 6/6/1: Riempitrice isobarica usata per bottiglie di vetro
Chiedi informazioni sulle nostre imbottigliatrici di vetro

Anche con questo tipo di macchinari è possibile aggiungere all’impianto scelto le unità premix e di saturazione, in questo caso più specifiche per le linee di confezionamento in bottiglia delle bevande.

Chiedi un appuntamento con i nostri professionisti per conoscere la gamma completa Comac. Grazie alla nostra vasta esperienza nel settore Beverage possiamo offrirti le migliori soluzioni per trattare e confezionare al meglio le tue bevande.

Un birrificio del gruppo Carlsberg in Svezia ha da poco inaugurato una nuova linea lattine, bottiglie e fusti firmata Comac e Rolec, entrambe parte del gruppo CFT. L’impianto potrà produrre circa 5 milioni di litri di birra all’anno, puntando maggiormente sulla sostenibilità delle lattine in alluminio.

machinery-for-packaging-beer

Il 22 ottobre 2020 il birrificio artigianale Nya Carnegiebryggeriet ha inaugurato ufficialmente un impianto a Jordbro, a sud di Stoccolma. Le macchine dedicate al confezionamento della birra comprendono linee lattine, bottiglie e fusti di produzione Comac e una nuova sala cottura realizzata da Rolec.

Grazie a questo intervento si stima che l’impianto di confezionamento raggiungerà l’incredibile capacità di 5 milioni di litri l’anno.

L’obiettivo del cliente: un packaging per la birra più sostenibile

Un impianto a tutto tondo, con focus sulle macchine per birre in lattina.

Nel nuovo impianto di Jordbro sono presenti diversi tipi di macchinari per il confezionamento della birra: l’attenzione è stata principalmente rivolta alla realizzazione di una linea completa di macchine dedicate al riempimento lattine.

Questa necessità è nata dal fatto che la domanda di birra in lattine di alluminio è aumentata sia in Svezia, sia a livello internazionale. Il mercato riconosce che la lattina, grazie al suo peso ridotto e alla facilità di riciclaggio, è più sostenibile dal punto di vista ambientale rispetto ad altri tipi di packaging. Un altro vantaggio è il fatto che la lattina è tra i tipi di contenitore che conservano meglio il sapore e le caratteristiche della birra.

Il cuore del nuovo impianto: la riempitrice lattine Comac

La macchina per lattine PEGASUS 8-1 V2 risponde perfettamente alle esigenze del birrificio svedese.

Per soddisfare la richiesta del cliente, nel restyling dell’impianto del birrificio è stato inserito uno dei fiori all’occhiello di Comac: la riempitrice isobarica per lattine fino a 3600 CPH 0,33l PEGASUS 8-1 V2.

Questa macchina è stata studiata per eseguire automaticamente i cicli di riempimento e aggraffatura delle lattine. La riempitrice di lattine è stata completata con sistemi di trasporto e macchine accessorie in accordo alle specifiche richieste del cliente e rispettando gli spazi disponibili nei locali di installazione.

Il risultato ottenuto: un impianto di confezionamento efficiente

Un sistema di confezionamento della birra che farà raggiungere nuove vette di produttività.

Grazie all’intervento di Comac e Rolec, il birrificio che dispone di un’area di ben 1500 metri quadrati dedicata al confezionamento della la birra a tutto tondo, può ampliare la sua offerta con nuovi formati.

Hai un’attività simile e vorresti una soluzione fatta su misura per te? Raccontaci i tuoi obiettivi.

 

Contattando lo staff Comac avrai la possibilità di progettare un impianto che ti farà raggiungere nuove vette di produttività.

Quali punti di forza deve avere un produttore di impianti di imbottigliamento industriali? Per avere la certezza di collaborare con un ottimo fornitore, evoluzione, alta efficienza e assistenza garantita sono alcuni dei requisiti da tenere in considerazione. Comac possiede tutte queste caratteristiche e molte altre ancora.

In un mondo dove tutti promettono risultati eccezionali, scegliere il produttore di impianti di imbottigliamento più adatto alle proprie necessità è come uscire da un intricato labirinto.

Selezionare il fornitore esclusivamente in base al prezzo più basso, però, non è affatto una soluzione. Non sempre, infatti, un investimento più contenuto viene ripagato nel tempo.

Ecco le caratteristiche che non devono mancare in un produttore di impianti secondo gli esperti Comac.

Una continua evoluzione che garantisce impianti di qualità

Affidati solo a chi produce impianti di imbottigliamento tecnologicamente avanzati.

Il primo passo da compiere è assicurarsi che l’azienda produttrice di impianti di imbottigliamento sia in costante aggiornamento e che offra le tecnologie più avanzate.

Comac, ad esempio, investe tempo ed energie per tenere sempre aggiornati i suoi prodotti e servizi, dal disegno al servizio clienti.

Assistenza in ogni momento per risolvere le emergenze

Trova un produttore che garantisca pronta assistenza quando il tuo impianto di imbottigliamento si guasta.

Per quanto ci si impegni a manutenere tutti i macchinari, è difficile prevedere guasti che potrebbero tenere ferma la produzione per diverso tempo. Quello che è possibile fare per arginare eventuali danni è avvalersi di un servizio di assistenza tempestivo, attivo in ogni momento, ed evitare pause lunghe più del necessario.

L’assistenza tecnica è proprio uno dei fiori all’occhiello di Comac: siamo a disposizione dei clienti 6 giorni su 7, dal lunedì al sabato, 24 ore su 24.

Impianti di imbottigliamento ad alta efficienza, che permettano una produzione ininterrotta

Scegli macchine affidabili per un imbottigliamento preciso e veloce, per molte ore consecutive.

Comac è riconosciuta dal mercato come produttore di impianti di imbottigliamento affidabili e di alta qualità.

Grazie ai nostri macchinari è infatti possibile limitare al minimo gli sprechi che avvengono durante la fase di imbottigliamento e raggiungere alte velocità di confezionamento (anche oltre le 12.000 bottiglie/ora), grazie alla collaborazione con il gruppo CFT.

 

Possibilità di realizzare su misura una linea completa per bottiglie

Non solo macchine imbottigliatrici: cerca chi si occupa di impianti di imbottigliamento completi.

Un ottimo plus è potersi affidare a qualcuno che, oltre a fornirti delle ottime macchine per l’imbottigliamento, possa pensare anche a tutto il resto dell’impianto. O ancora, che possa produrre da zero un intero impianto di imbottigliamento, progettato su misura a seconda degli spazi disponibili e delle esigenze del cliente.

Naturalmente, Comac può aiutarti in entrambi i casi.

Consegna degli impianti di imbottigliamento in tempi brevi

Prima inizi a imbottigliare la tua bevanda, prima inizi a guadagnare.

I mesi trascorsi ad aspettare che l’installazione venga completata possono pesare sulla tua attività. Il tempo è denaro, un’attesa troppo lunga va ad incidere sui guadagni.

Un buon produttore deve avere un processo di produzione e installazione ben organizzato. Solo così può garantire tempi di consegna brevi.

Comac lo sa perfettamente, è per questo che da anni può vantare tra i tempi di consegna più celeri del settore.

 

Scopri tutti i vantaggi che può offrirti Comac, produttore di impianti di imbottigliamento dal 1990.

La solidità dei fusti, la leggerezza dell’alluminio o la sostenibilità del vetro? Nel packaging per bevande non esiste un vincitore assoluto, ma solo alternative che meglio si adattano alla produzione e agli obiettivi di vendita delle aziende. Vediamo insieme quali sono i punti di forza di lattine, bottiglie e fusti, le tre tipologie di packaging su cui Comac punta con le sue linee di confezionamento.

beverage-packaging

La scelta del packaging perfetto dipende da molti fattori: tipo di bevanda da confezionare, posizionamento sul mercato, budget a disposizione per i materiali, identità del brand e molto altro ancora. I vantaggi di ogni tipo di packaging sono molteplici: per fare la scelta giusta basta solo avere ben chiare le proprie necessità di produzione e i requisiti da soddisfare.

In questo articolo riassumiamo i diversi tipi di packaging per bevande e i loro principali vantaggi.

Perché usare le lattine come packaging

La sostenibilità, la leggerezza e la versatilità dell’alluminio sono tra i punti di forza principali delle lattine.

Disponibili in diversi formati, le bevande in lattina sono tra le più popolari del momento, anche nel settore delle birre artigianali.

L’alluminio spesso si rivela la scelta vincente perché unisce leggerezza e sostenibilità, due aspetti particolarmente apprezzati dai consumatori finali. Si tratta, inoltre, di un materiale con un prezzo vantaggioso e che può essere riciclato al 100% e all’infinito, a differenza di altri prodotti come la plastica.

Un altro aspetto positivo? Le lattine sono tra i packaging più versatili quando si tratta di bevande: l’esterno di questo contenitore, infatti, è interamente personalizzabile con grafiche colorate e accattivanti, anche stampate direttamente sull’alluminio (un procedimento che consente anche di risparmiare carta per l’etichettatura).

Perché usare bottiglie di vetro come packaging

Sostenibilità, migliore qualità percepita e stabilità della bevanda: tre aspetti da non sottovalutare.

In un nostro articolo dedicato alle riempitrici bottiglie e ai loro vantaggi abbiamo parlato di come diversi studi di settore abbiano dimostrato che il vetro comporta una migliore qualità percepita da parte del consumatore, sia in termini di gusto, sia di sensazione di maggiore ricercatezza.

Questo accade principalmente perché, specialmente in presenza di una bevanda frizzante, la rigidità e la non permeabilità del vetro garantisce una migliore stabilità del prodotto.

In aggiunta a questo vantaggio non indifferente, anche il vetro, come l’alluminio, è una valida soluzione per il packaging in termini di sostenibilità ambientale. È infatti riciclabile all’infinito e al 100%.

Perché usare fusti in acciaio inox e PET

Un packaging che non tramonta mai: solidità, capienza e praticità sempre al proprio fianco.

I fusti rimangono tra i packaging più gettonati quando si tratta di bevande, in quanto sono i più solidi e capienti.

Se il tuo cliente tipo ha un’attività di ristorazione o un locale, il fusto in acciaio è sicuramente la scelta più azzeccata. Questo tipo di imballaggio, infatti, garantisce praticità nell’erogazione, maggiore protezione da aria e luce e un migliore mantenimento nel tempo della qualità della bevanda.

Se desideri ampliare la tua clientela, i fusti in PET possono essere una soluzione adatta sia per le attività, sia per i privati, grazie allo smaltimento più semplice del contenitore e alla facilità di utilizzo anche senza un apposito spillatore professionale.

 

Comac può fornirti l’impianto di confezionamento perfetto a seconda del tipo di packaging scelto per le tue bevande. Scopri l’efficienza e l’affidabilità dei nostri macchinari.

Aumento della qualità percepita, riutilizzo delle bottiglie e miglioramento dell’immagine aziendale: installare una riempitrice automatica per bottiglie nel proprio stabilimento porta questi e molti altri vantaggi all’attività. Scoprili nel dettaglio insieme a Comac.

automated-bottle-filling-machine

Sempre più brand leader nel settore delle bibite fanno un vero e proprio “ritorno al vetro” per convertire le loro linee di prodotti in qualcosa di più ecologico. La loro arma segreta? Una riempitrice automatica per bottiglie che permetta di sostenere i ritmi di produzione.

Ecco i principali motivi per cui sempre più aziende inseriscono riempitrici automatiche nella loro linea di confezionamento bevande in bottiglia.

Perché inserire una riempitrice bottiglie automatica nella linea

Sono tre i principali vantaggi di cui è possibile godere grazie a una riempitrice bottiglie presente nello stabilimento. Vediamoli insieme.

Una riempitrice automatica bottiglie aumenta la qualità percepita della bevanda
Aggiungi una linea in vetro per rendere più appetibili i tuoi prodotti.

Le bottiglie di vetro sono associate alla qualità e alle “bevande premium” dalla maggior parte dei consumatori. Prova a pensarci: quando sorseggi una Coca-Cola o una bibita gassata da una bottiglia di vetro, non sembra più buona rispetto a quando la bevi da una bottiglia di plastica o da una lattina?

Questo fenomeno accade principalmente perché:

  • Il vetro non rilascia sostanze indesiderate nella bibita;
  • Bevendo una bibita direttamente dalla bottiglia la percezione del sapore varia, perché il flusso che arriva sulla lingua viene indirizzato sui ricettori più sensibili ai gusti dolci;
  • La plastica è molto più permeabile alla CO2 rispetto al vetro, ciò che significa che l’anidride carbonica, o l’effervescenza, fuoriuscirà da una bottiglia di plastica molto più velocemente che da una bottiglia di vetro o a una lattina.

Ne consegue che quando ci troviamo di fronte a una bibita in bottiglia di vetro inconsciamente la associamo a qualcosa di qualità più elevata rispetto alla media.

Se aggiungiamo il fatto che una riempitrice automatica di ottima qualità non intacca il sapore della tua bevanda in bottiglia durante il confezionamento, puoi davvero dormire sonni tranquilli.

Le bottiglie di vetro possono essere restituite e riutilizzate
Una riempitrice automatica bottiglie permette un riutilizzo dei materiali utilizzati per il confezionamento.

Come abbiamo più volte sottolineato nei nostri articoli, il vetro è tra i materiali più sostenibili che ci siano, perché può essere riciclato al 100% e all’infinito, a differenza della plastica.

Le bottiglie di vetro possono essere restituite, offrendo ulteriori vantaggi di accessibilità e sostenibilità sia ai consumatori che ai produttori.

Con una riempitrice automatica per bottiglie contribuirai anche tu all’economia circolare e al benessere del pianeta.

Una riempitrice automatica bottiglie assicura un successo finanziario e un’immagine migliore
Acquisisci popolarità grazie a una linea di bevande in bottiglie di vetro.

Le aziende produttrici di bevande alcoliche e analcoliche che optano per il vetro riscontrano una percezione dell’immagine di marca più positiva. Una scelta di questo tipo, infatti, attira l’attenzione di chi apprezza la sostenibilità del materiale, o anche di chi è in cerca di bevande più sofisticate.

La conseguenza è abbastanza logica: più incrementi la popolarità, più riscontri un successo finanziario grazie a una crescita delle vendite.

Scegli una riempitrice bottiglie automatica Comac

Con tempi di consegna brevissimi puoi partire in quinta con la tua nuova produzione.

Nella foto: Riempitrice automatica fino a 8.000 bottiglie/ora

Tutto questo è possibile solo se hai a disposizione degli impianti di imbottigliamento affidabili come quelli di Comac.

Vengono realizzati assecondando le specifiche tecniche richieste dai clienti, scegliendo fra le soluzioni più adatte e disponibili nella vasta gamma di macchine che Comac produce.

Gli impianti, tutti automatici, coprono le produzioni:

  • fino a 8.000 bottiglie/ora;
  • fino a 12.000 bottiglie/ora (in collaborazione con CFT Group);
  • oltre 12.000 bottiglie/ora (in collaborazione con CFT Group).

Le macchine riempitrici, studiate per il trattamento di bottiglie standard in vetro, possono essere adattate anche per il trattamento di bottiglie con forme particolari.

L’ultraventennale competenza tecnica, l’alta tecnologia e la qualità delle materie prime utilizzate garantiscono l’affidabilità degli impianti e le rese ottimali.

Gli impianti sono progettati, inoltre, per semplificare e velocizzare al massimo le operazioni di cambio formato.

 

Fai anche tu questo passo, scegli Comac per migliorare la tua produzione sotto ogni aspetto.