La stabilità dell'equilibrio: Aurora Radavelli

“La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti”. 
Albert Einstein, Lettera al figlio Eduard, 1930.

 

E sicuramente lo sa bene Aurora Radavelli, classe 1994, e campionessa italiana di monociclo freestyle.

Lo sa bene il suo papà, Marino, da molti anni in COMAC, che ricorre a tutte le sue doti di “equilibrista” emotivo per supportare la sua principessa Aurora.

 

Aurora, che già nel nome (nomen omen), ha deciso di portare alla luce, anche in Italia, uno sport diffuso nel mondo, ma da noi ancora sconosciuto ai più e tradizionalmente relegato alle attività circensi.

 

Ma di che cosa stiamo parlando? Del monociclo o uniciclo, una sorta di veicolo, dotato di una sola ruota e che si muove grazie ad un potente ed equilibrato lavoro muscolare di gambe.

 

Aurora, a 14anni, assiste ad uno spettacolo di clown che volteggiano sui loro monocicli. E’ amore a prima vista e, come nelle migliori favole, l’amore è ricambiato: da semplice infatuazione diviene vera e propria passione che la porta a gareggiare anche a livello internazionale e a classificarsi al primo posto nel campionato italiano di freestyle femminile.

 

Alla domanda che cosa è per te il monociclo? Aurora ha risposto “il monociclo, per certi aspetti, è una metafora della vita: all’inizio i più bravi devono aiutare i meno bravi, quelli alle prime armi, ma poi ognuno deve trovare il proprio equilibrio. E’ normale cadere, ma ogni volta si deve trovare la forza per rialzarsi”.

 

Aurora Radavelli

 

E’ una sfida continua, quotidiana per migliorare lo stile e migliorarsi come persona: il freestyle, la specialità di Aurora, prevede poi una ricerca nell’innovazione. Ad ogni allenamento bisogna studiare nuovi passi, nuove coreografie per essere sempre competitivi, ma avanti rispetto agli altri.

 

Lo è nella vita e lo è nel lavoro: lo sappiamo bene anche noi di COMAC che abbiamo sempre accettato le sfide lanciateci dai nostri Clienti, sfide che ci hanno fatto crescere, come azienda e come persone, e che hanno portato COMAC ad essere leader mondiali nel settore dell’imbottigliamento.

 

La valigia è pronta: Aurora è in partenza per Montreal, in Canada, dove dal 30 luglio al 10 agosto ci saranno i campionati mondiali di monocicloUNICON 17.

 

Noi tutti di COMAC, colleghi di papà Marino, facciamo il tifo per Aurora affinchè trionfi in Canada come campionessa di freestyle e in Italia come promotrice di questo difficile, elegante, coreografico ed emozionante sport.

 

Con Aurora inizia anche un percorso di brevi articoletti che verranno scritti per raccontarvi delle meravigliose persone che girano intorno alla COMAC, figli, nipoti, dipendenti stessi, e che fanno della COMAC un’azienda equilibrata, internazionale e competitiva.

 

Conoscevate il monociclo come attività sportiva?

 

Aurora Radavelli