Comac Group - Kegging & bottling plants

Impianto imbottigliamento acqua

Processo e soluzioni

Un impianto di imbottigliamento acqua svolge un processo complesso che richiede un elevato standard professionale. Quando parliamo di imbottigliamento dell’acqua, infatti, sorgono molti argomenti circa l’igiene, la sicurezza e il grado di pulizia della stessa: per garantire il migliore svolgimento del processo, è necessario scegliere solo i migliori macchinari presenti sul mercato.

 

 

Il processo di imbottigliamento include tre o quattro fasi, che dipendono dalla decisione di produrre acqua gasata o meno:

 

  • Risciacquo: il risciacquo delle bottiglie ancora vuote è probabilmente il passaggio più importante in un impianto di imbottigliamento acqua. La ragione è semplice: un risciacquo adeguato è il solo modo per garantire l’igiene e la sicurezza dell’acqua che viene imbottigliata. Sarebbe infatti un grave errore sterilizzare l’acqua prima dell’imbottigliamento, e contaminarla proprio nel processo finale di produzione. Di conseguenza, è sempre bene scegliere il miglior fornitore per quanto riguarda i macchinari per il risciacquo: gli impianti di qualità sono fatti solamente con i migliori materiali, resistenti alla ruggine e alla corrosione, che possono essere sanitizzati qualora necessario.

  • Riempimento: riempire le bottiglie con l’acqua è ovviamente lo scopo primario di qualunque impianto di imbottigliamento acqua. Questo processo è piuttosto semplice: le bottiglie vengono afferrate da alcune pinze, mentre degli ugelli vi versano l’acqua. Se si sceglie di imbottigliare l’acqua in vetro, è bene focalizzarsi su un macchinario progettato specificamente per bottiglie di vetro; viceversa, lo stesso suggerimento vale per la scelta di imbottigliare l’acqua in bottiglie in PET. Nel caso si voglia invece produrre sia bottiglie di vetro che in PET, è possibile affidarsi a una macchina che supporti entrambe le varianti.

  • Saturazione: questo processo è incluso nell’imbottigliamento dell’acqua solo se serve produrre acqua gasata. Bisognerà rifornirsi, in tal caso, di un’unità di saturazione che proceda alla dearazione dell’acqua e alla sua carbonatazione, con un dispositivo che inietti direttamente la CO2 nel liquido.

  • Tappatura: la tappatura è l’ultima fase in un impianto di imbottigliamento acqua. Le bottiglie sono trasportate fino a una macchina specifica che applica a ciascuna di loro un tappo, sigillando l’acqua in atmosfera protetta. Dopo la tappatura, l’acqua è pronta a essere messa sul mercato e venduta localmente o su ampia scala.

 

 

Comac fornisce alle industrie macchinari e impianti di imbottigliamento acqua innovativi, scalabili e personalizzabili per soddisfare qualunque bisogno produttivo dell’azienda. Vantiamo venti anni di esperienza nel campo del confezionamento bevande, affidandoci a un team di esperti la cui competenza e passione ti guiderà nella scelta della migliore soluzione per il tuo business.

 

 

Contattaci per scoprire tutti gli impianti di imbottigliamento acqua Comac! 

Condividi sui socials